Studenti italiani post-Brexit: ma che c…o ci venite a fare in Inghilterra?

Ciao a tutti,

Breve post incazzatissimo, mi ci vuole lo sfogo.

Dopo un tira e molla di quasi 4 mesi, lo Student Finance England e’ arrivato alla conclusione che durante il mio matrimonio io sia stata ‘illegale’ in UK dal 2011 e che quindi se non dimostro che lavoravo con payslips e P60s, non ho chiaramente diritto ad avere uno student loan (che peraltro ho avuto continuativamente dal 2014!!). A parte che il concetto di legalita’ non esisteva nemmeno per ogni cittadino EU prima del referendum ma…. come farebbe il mio matrimonio ad essere valido se non vivendo insieme?!?! Mio marito paga le bollette e il mutuo e io…. non ero legale ad usufruire di cio’?

Pazzesco, folle. Queste sono decisioni personali, se a tutte e due le parti della coppia (indipendentemente dalle loro country of birth) decidono che va bene, lo stato non dovrebbe entrarci!! Oppure e’ questo un sottile messaggio che si stanno preparando a separare le famiglie, come implicitamente ‘ventilato’ dall’home secretary Rudd? Perche’ nascere British e’ un privilegio ma diventarlo significa che sei un cittadino di seconda classe?

Chiaramente, gli stronzi dello staff allo SFE devono avere ricevuto circolari simili a quella che hanno ricevuto i genitori dei bambini nelle scuole, cioe’ total crackdown su chi e’ nato in un altro paese! E qui faccio una correzione, le forms dove era indicata la country of birth non erano molte (piu’ che altro quelle statali) e quindi qualsiasi persona che dice il contrario o non e’ informata bene o non se ne ricorda.

Che in Inghilterra la xenofobia sia stata legalizzata dal 23 Giugno e’ ormai un fatto accettato. La cosa fastidiosa e’ la moltitudine di persone che nega il fatto ‘ma e’ tutto come prima’. No, non lo e’!! Polacchi e cechi ammazzati o picchiati non sono normale routine in Inghilterra; chi considera certi fatti e dice ‘ma qui si sta bene e in fondo non e’ toccato a me’, come essere umano deve avere la dignita’ sotto i piedi.
Eh si, fanno fuori gli altri… e chi se ne frega, no?

Che pezzi di merda st’inglesi. Voglio tornare in Scozia, magari saranno freddini ma non rischio di essere fatta fuori da clown impazziti, Ukippers fuori di testa o giusto xenofobi che scambiano il mio accento per uno dell’Est Europa (gia’ successo, questo!).

Merlin

P.S. sto cercando di contattare press outlets in UK, per vedere se faccio arrivare la mia voce piu’ in alto.

20161017_114541

Advertisements

3 thoughts on “Studenti italiani post-Brexit: ma che c…o ci venite a fare in Inghilterra?

    1. Io ne ho sposato uno ma bisogna che rispetti le posizioni degli altri 😉 in generale mi verrebbe da dire di no, pero’ se vai al nord il calore si dissipa di parecchio. Qui sono eglitari nel loro odio, la xenofobia tocca a tutti!! 😀

      Liked by 1 person

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s